biodiversit - Giuseppe Conte, intervenuto al primo summit Onu sulla biodiversità

Giuseppe Conte, intervenuto al primo summit Onu sulla biodiversità

C’è anche l’Italia tra i 75 Paesi firmatari del Leaders’ pledge for nature, il documento che sancisce l’impegno formale a invertire la rotta della perdita di biodiversità entro il 2030. “Siamo in uno stato di emergenza planetaria: le crisi legate alla perdita di biodiversità, al degrado degli ecosistemi e ai cambiamenti climatici, interdipendenti tra loro e causate in larga parte da sistemi di produzione e consumo insostenibili, richiedono un’azione globale urgente e immediata”, si legge nel testo della dichiarazione, che stabilisce una serie di priorità. Prima fra tutte, quella di mettere i temi ambientali al centro dei programmi di rilancio dell’economia dopo la pandemia da coronavirus.

L’annuncio è arrivato in occasione del primo Summit delle Nazioni Unite sulla biodiversità che si è tenuto il 30 settembre, a margine della 75ma Assemblea generale Onu. L’obiettivo del vertice era quello di stabilire una serie di punti comuni che saranno al centro della Cop 15 sulla diversità biologica, che doveva tenersi a ottobre di quest’anno a Kunming, in Cina, ma è stata posticipata a novembre 2021 a causa della pandemia.

“Prima della pandemia ci aspettavamo che il 2020 fosse il ‘Super year for nature’, ma la situazione drammatica in corso ci ha costretto a rimandare il calendario di importanti eventi internazionali. Nonostante ciò, questo rinvio ha anche un lato positivo, perché apre una finestra di opportunità per allineare gli obiettivi di biodiversità e clima”, ha esordito il presidente del Consiglio italiano Giuseppe Conte. Due gli appuntamenti chiave in cui il nostro Paese avrà un ruolo da protagonista.Il primo in ordine cronologico è la presidenza italiana del G20, dal 1° dicembre 2020 al 30 novembre 2021. A novembre 2021 si terrà la Cop 26 di Glasgow, organizzata dal governo britannico in partnership con quello italiano. Nello specifico, Milano ospiterà Youth for climate, il primo summit mondiale dei giovani sul clima in ambito Onu, e la conferenza preparatoria Pre-Cop26. (fonte: www.lifegate.it)

Condividi