angelo vassallo sindaco pollica 187496.660x368 - La “Verità Negata. Chi ha ucciso Angelo Vassallo il Sindaco Pescatore” diventa un docufilm.

La “Verità Negata. Chi ha ucciso Angelo Vassallo il Sindaco Pescatore” diventa un docufilm.

La “Verità Negata. Chi ha ucciso Angelo Vassallo il Sindaco Pescatore” diventa un docufilm. Tra gli interpreti anche l’attore Ettore Bassi, che darà voce ad Angelo Vassallo rivelandone l’anima e i pensieri più profondi, partendo proprio dall’uccisione del Sindaco Pescatore.  Il progetto prenderà inizio nella prossima primavera. Sarà così trasposta in immagini la prima parte del libro “La verità negata”, scritto da Dario Vassallo e Vincenzo Iurillo. Un movie appassionato, concentrato sulla figura emblematica di Angelo Vassallo, il sindaco di Pollica, a dieci anni dal suo omicidio.

«È un progetto “folle”, ambizioso, ma sono convinto che possiamo farcela, come sempre, tutti insieme. Questo lavoro vedrà la partecipazione di tanti professionisti del mondo del cinema e della comunicazione che metteranno la propria professione al servizio di una “giusta causa” – sottolinea Dario Vassallo, presidente della Fondazione Angelo Vassallo Sindaco Pescatore – Ringraziamo tutti gli italiani per la comprensione e la condivisione di questa “follia”, che affonda le sue radici nella speranza di continuare a credere che esista un Paese migliore di quello che giornalmente viene raccontato dalla cronaca. Un Paese che guarda al futuro, alle nuove generazioni, alla legalità, alla bellezza, fatto di gente perbene, che ogni giorno lotta con sacrificio per realizzare i propri ideali. Un’Italia sana, con cittadini che contribuiscono alla salvaguardia delle istituzioni pubbliche e dell’ambiente. Gente che non si arrende, che continua la sua battaglia per i diritti civili, etici e morali.  Noi proveremo a farla conoscere attraverso la realizzazione del docufilm “La Verità Negata”, che non solo si propone di mantenere accesi i riflettori sull’assassinio del Sindaco Pescatore, ma soprattutto intende contribuire alla diffusione di una cultura della legalità».

L’IDEA NARRATIVA.Nel film saranno inserite le cronache giudiziarie, le inchieste collegate, l’intreccio politico. Un excursus emozionale inserito nella drammatica attualità: il processo, gli atti, i volti, le parole, le atmosfere, i protagonisti coinvolti a più livelli, la costituzione di parte civile.

Condividi