unnamed 2 - L'Italia aveva in mano il boccino: il gioco del biliardo - E' guerra!

L’Italia aveva in mano il boccino: il gioco del biliardo – E’ guerra!

Il biliardo e’ un gioco venuto in disuso perche’ considerato illegale. I tavoli di biliardo, fino a trenta anni fa, erano nascosti in ogni dove, luoghi spesso frequentati dalla malavita perche’ venivano perpetrate scommesse e minacciati i giocatori. I giocatori di biliardo erano veri artisti. Parallelamente la Federazione Italiana Biliardo Sportivo ha sempre difeso questo gioco in cui abilita’, precisione e colpo del maestro (una vera e propria arte che si poteva addirittura esplicare nella dichiarazione del “colpo”: palla verde, rimbalzo a sx, buca a centro tavolo)

Il gioco del biliardo, come il Risiko o il Monopoli, ci ha accompagnato per decenni. Come tutti giochi.

Facendo un parallelo tra i giochi di strategia, il calcio o il tennis non trovo nessuna differenza tranne la fisicita’, l’allenamento e’ previsto anche negli scacchi. Orbene, la triste considerazione che mi viene da fare e’ semplicemente questa: quando, sotto attacco, tutti chiusi in casa, la natura si era costituita parte civile ed aveva vinto la causa, i delfini saltellavano felici sotto gli scogli di Palinuro, mentre noi esseri inconsapevoli, gioivamo di questa esuberanza animale, e’ andato tutto a puttane.

Mentre avevamo il boccino in mano, in quanto toccava a noi italiani difendere, dopo i maleodoranti cinesi (non perche’ puzzano ma perche’ il loronon rispetto delle norme occidentali ci stanno offendendo le narici), i nostri morti, sfilati con i carri dell’esercito, potevamo posizionare la stecca come volevamo… abbiamo (forse per mancanza di “laurea in pandemia”) semplicemente “steccato”.

Abbiamo passato la palla alla Merkel a trump, a Jo Bo, ad un qualsiasi ministro semisconosciuto Olandese, ad una Ursula Gertrud von der Leyen alla quale, purtroppo per lei e per tutte ledonne, il trompio e nemmeno tanto stupido, re’ Ottomano, Edogan. non da’ una poltrona,un sedia.

L’imperatore di sta’ minkia Putin si autoproclama come il Papa e forse di piu’ in moto perpetuo, fino al 2036, la Regina Elisabetta o il suo clone continueranno a governare fino alla fine dei nostri nipoti, se ne avremo ancora, ed un povero cristo fotocopia i suoi segreti per 5000 euro.

L’Inghilterra non ha fatto Astrazeneca ma un duro lockdown di 8 mesi, diciamocela tutta: questi stanno chiusi da prima di Natale ed ora siamo a Pasqua: non hanno scoperto l’elisir di lunga vita.

Io non sono percosso ed attonito, nemmeno stupito. Avevamo il boccino in mano, sul tavolo da biliardo, eravamo il paese con piu’ morti, quello trafitto, dopo Wuhan. Il sistema Italia, il sistema Campania quello Lombardo, quello Veneto, quello di Terminator, dei droni ha fatto la fine di sta’ minkia.

Abbiamo imparato i colori, abbiamo insegnato ai daltonici che la Campania, la Lombardia e’ rossa: (un colore caldo).

DjI e’ cinese, i droni sono cinesi, i satelliti sono cinesi, i componenti elettronici sono cinesi…

Potremmo fare una canzoncina alla renzo Arbore: di chi e’ la colpa: dei cinesi, che hai mangiare: dai cinesi… etc etc..

chi ha l’antidoto? i cinesi…

la notizia e’ stata divulgata in ritardo: dai cinesi.

L’ Organizzazione Mondiale della Sanita’, in quanto tale, dovrebbe agire a tutela di tutti: neri bianchi, gialli, verdi e cinesi. I brevetti di PFIZER e di chiunque abbia notizie per sconfiggere questa cazzo di pandemia, qualsiasi servizio sanitario di qualsiasi mondo in grado di fornire notizie per una cura, dovrebbe essere ascoltato.

Perche’ questa potrebbe essere una semplice prova e, la vera guerra, come dicono i piu’ illustri pandemiologi, ancora deve venire. Ma se dopo un anno e, quasi mezzo, continuiamo a fare 3000 morti al giorno, in tutto il mondo, secondo me, la vera guerra e’ questa!

La colpa e’ di un pipistrello… essere innocuo che si nutre di zanzare, ma e’ cinese! Un pipistrello con le palle, anzi: un boccino!

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.