controcanti - Villammare, presentazione di “Controcanti” di Gianfrancesco Caputo

Villammare, presentazione di “Controcanti” di Gianfrancesco Caputo

Martedì 20 luglio alle ore 22.00 presso la Piazza Maria SS di Portosalvo in Villammare, si terrà un incontro organizzato dall’Associazione Culturale Proudhon in sinergia con l’Assessorato alla cultura del Comune di Vibonati.  All’incontro sarà presente il saggista Gianfrancesco Caputo autore del libro “Controcanti – interventi politicamente scorretti dal terzo millennio” edito per i tipi delle edizioni L’Argolibro. Dopo i saluti istituzionali da parte dell’Assessore alla Cultura Genny Gerbase, dialogherà con l’autore Vincenzo Folgieri presidente dell’Associazione Culturale Proudhon.

Dopo «Comunità e società del consumo», Gianfrancesco Caputo pubblica con le Edizioni «L’ArgoLibro» un nuovo saggio di impronta sociologica e filosofica che raccoglie una serie di sue riflessioni pubblicate sull’interessantissimo blog «Zona di disagio» del giornalista, critico letterario, poeta Nicola Vacca. I temi trattati sono molteplici e tutti di scottante attualità, e lo scopo di chi scrive è quello di accompagnare il lettore oltre i clamori superficiali di un’informazione ormai sistematicamente votata all’infinita accumulazione: c’è un “troppo” (troppe notizie e troppo veloci, come Caputo evidenzia fin dalle prime pagine, nel capitolo «Critica della ragione informatica) che non ci consente più di fermarci a considerare i vari aspetti dei complessi problemi che riguardano la società occidentale contemporanea. Un saggio come «Controcanti» si rivela, perciò, particolarmente prezioso nell’invitare noi tutti a rallentare, a far nostre una serie di riflessioni non più rimandabili né tantomeno delegabili.

accumulazione: c’è un “troppo” (troppe notizie e troppo veloci, come Caputo evidenzia fin dalle prime pagine, nel capitolo «Critica della ragione informatica) che non ci consente più di fermarci a considerare i vari aspetti dei complessi problemi che riguardano la società occidentale contemporanea. Un saggio come «Controcanti» si rivela, perciò, particolarmente prezioso nell’invitare noi tutti a rallentare, a far nostre una serie di riflessioni non più rimandabili né tantomeno delegabili.

A chi lo legge, balza subito agli occhi la differenza sostanziale tra informazione e disinformazione. Abbiamo sempre più bisogno, in un “mare magnum” in cui in troppi crediamo di essere esperti di tutto, di punti fermi, precisi, netti, da cui ripartire per meditazioni e ragionamenti finalmente (davvero) chiarificatori.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: cilentano.it